Non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati. Albert Einstein

Home

Tutti gli organismi pluricellulari hanno un computer centrale: è la soluzione di acqua, zuccheri e proteine che un gruppo di cellule crea attorno a sé quando e fintantoché vive in simbiosi, e che chiamiamo Matrice Extracellulare (ECM nell’abbreviazione internazionale più usata in ambito scientifico).

È il buono o cattivo funzionamento di questa struttura a determinare le buone o cattive condizioni di salute dell’organismo, oltreché la qualità delle sue prestazioni fisiche e cognitive.

L’ECM funziona male quando l’organismo è sottoposto a uno stress prolungato - ma, per quanto grave, questa condizione è reversibile.

Se immersa in un’ECM sana, una cellula cancerosa torna a essere una cellula sana (Bissel). Se si inietta del plasma (cioè l’ECM del sangue) di un topo giovane in un topo anziano e affetto da Alzheimer, quel topo anziano guarisce dall’Alzheimer e ringiovanisce biologicamente (Wyss-Coray).
Effetti di riequilibrio dell’attività dell’ECM altrettanto importanti si ottengono applicando i protocolli Bowen e Bowen H3AL.